Culture in movimento

L’esposizione itinerante Culture in movimento, curata dall’Archivio di Etnografia e Storia Sociale (AESS) della Regione Lombardia, mette in scena un viaggio, visivo e sonoro, che toccherà alcune province lombarde nell’arco di un anno. Un itinerario nelle realtà locali alla scoperta dei beni immateriali, propri dei territori.

Il patrimonio immateriale è espressione della diversità culturale, vive nelle comunità, tra i gruppi e i singoli individui. Questo patrimonio di arti, saperi, pratiche e conoscenze garantisce alle persone, ai gruppi e alle comunità un senso di identità e di continuità, aiuta a capire il proprio mondo, dà spazio alla creatività collettiva e individuale.

Il territorio, le conoscenze dei luoghi e degli eventi naturali, le storie, i canti e le musiche, il cibo o gli abiti indossati in speciali occasioni festive, la lingua, i saperi manuali e il loro collegamento alle caratteristiche produttive e culturali di Lombardia, attraverso le fonti documentarie, i fondi fotografici, le indagini registrate e filmate, acquisite dalle ricerche sul campo condotte dall’Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia a partire dagli anni Settanta del secolo scorso, saranno in mostra per rendere omaggio alla ricchezza e molteplicità espressiva delle eredità immateriali della Regione Lombardia.

L’Archivio di Etnografia e Storia Sociale restituisce alle comunità parte delle sue raccolte e collezioni (orali, fotografiche, documentarie, cinematografiche e multimediali) e si propone come nuovo museo regionale “vivente”, per uno scambio con il territorio, che coinvolga e stimoli alla partecipazione le istituzioni culturali, i singoli attori e le comunità locali.

REIL
Culture in movimento è una mostra collettiva che chiede la partecipazione delle comunità locali e dei singoli individui per la costruzione del REIL, il Registro delle Eredità Immateriali Lombarde. Obiettivo del REIL  è quello di identificare, classificare, salvaguardare e valorizzare le eredità immateriali, i tesori del patrimonio culturale che si trasmettono oralmente di generazione in generazione.

TAPPE
Culture in movimento, da luglio 2009 a luglio 2010, sarà nelle seguenti località:
Biandronno (Varese)
Villa Carcina (Brescia)
San Benedetto Po (Mantova)
Lodi Vecchio (Lodi)
Monza
Galbiate (Lecco)
Stradella (Pavia)
Cremona

STORIE
Nei luoghi interessati dalle tappe della mostra, due ricercatori del Laboratorio di Etnomusicologia e Antropologia Visuale (LEAV) – Dipartimento di Storia delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell’Università degli Studi di Milano, accompagnati da alcuni operatori locali, svolgono una ricerca sul campo su alcuni temi locali, collegati alle cinque categorie del patrimonio immateriale, individuate nella Convenzione UNESCO (oralità, arti e spettacolo, ritualità, natura, saperi).

I ricercatori raccolgono interviste, materiali sonori, fotografici e visivi che acquisiscono visibilità pubblica nel corso dell’evento. Un racconto visivo lungo un anno che si arricchisce di molteplici frammenti, di suggestioni, storie di vita e di lavoro, di luoghi, di eventi e di persone per costruire con le comunità locali nuove forme di valorizzazione della propria cultura.