pastori_transumanti5

Pastori transumanti in Lombardia

Osteggiata dall’economia stanziale, la pastorizia transumante rischia l’estinzione. Ma la scomparsa di questa attività oltre a nuocere all’ambiente alpino disperde la memoria di antichi saperi.  Chi sono gli ultimi rappresentanti del pascolo vagante in Lombardia? E come vivono? Il progetto video documenta questa tradizione e la sua attualità con interviste e riprese ai pastori durante le loro principali occupazioni. La telecamera preserva l’immediatezza e abbondanza di informazione.

La ricerca è iniziata sulla scorta di una bibliografia essenziale che avvicinasse alla figura del pastore transumante, figura così lontana e per certi versi mitica. Dopo la fase di orientamento nell’indagine e i primi sopralluoghi, le riprese hanno seguito il ciclo della pastorizia: transumanza in salita, alpeggio, discesa e tosatura nei paesi d’origine, pascolo vagante in pianura.

E’ stata salvaguardata la dimensione corale della ricerca, rinunciando alla prevalenza di pochi protagonisti. Seguire una quindicina di pastori, diversi per età, sesso e contesto, ha da una parte reso l’idea di una comunità, dall’altra ha lasciato affiorare le specificità dei caratteri e delle situazioni. La conoscenza di più pastori ha divaricato l’ambito geografico d’indagine: Valcamonica, Valseriana, Valbrembana, Valtellina e valli tributarie per l’alpeggio; milanese, bresciano, bassa bergamasca, cremonese, cremasco, lodigiano e mantovano per la pianura.

La situazione di calma in alpeggio ha favorito gli approfondimenti dedicati ai ricordi, al legame con l’ambiente e con il gregge. Tosature e fiere hanno fornito l’occasione per filmare i pastori a contatto con le comunità locali. In pianura le interviste sono state sul pascolo vagante, gli spostamenti e la batida. Si sono filmati e documentati usi tradizionali, pratiche di cura e di gestione del gregge. Per normativa, difficoltà con le autorità locali e dinamiche interne alla comunità, a volte è stato necessario rivolgersi a figure esterne per spiegazioni esplicite.

Con l’acquisizione del girato sono iniziate l’analisi e la schedatura dei materiali, e l’acquisizione di foto dagli archivi familiari dei pastori. È seguita l’organizzazione dei contenuti per il montaggio definitivo. S’è trattato di dare forma finale e comunicabilità ai significati generati da una ricerca lunga un anno. Sono stati prodotti 39 premontati, uno per giornata di ripresa, e 12 montati che illustrano transumanza a piedi e in camion, alpeggio, pascolo vagante e batida, difficoltà negli spostamenti, uso dell’asino e dei bastoni, nöda, cure, castrazione, tosatura e lana.

 

Video