Il teatro delle marionette in Lombardia
La Compagnia Carlo Colla e figli

Il progetto verte sulla tradizione della Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli, attiva da oltre due secoli, nonché sui laboratori artigianali dell’Associazione Grupporiani, creati nell’ultimo quarto del XX secolo, a testimonianza di una tradizione Lombarda tipica dell’Ottocento, che è fondamentale per il lavoro del marionettista.

Si è cercato, dall’inizio del lavoro, di far viaggiare in parallelo le due realtà che costituiscono l’oggetto del progetto, ovvero la tradizione teatrale e artistica della famiglia Colla e il prezioso lavoro dei laboratori artigianali di stampo ottocentesco che sono attivi all’interno della Grupporiani.

Sono state digitalizzate 1220 immagini (diapositive e negativi) del repertorio storico e recente nonché di 50 copioni, datati a partire dal 1835 fino al 1957. E’ proseguito anche il lavoro di trasferimento in formato digitale del materiale video (sulla Compagnia, sugli spettacoli e sull’attività didattica) girato prima degli anni Novanta e finora conservato solo su nastro. Il materiale digitalizzato corrisponde a 50 DVD per un totale di 56 ore di videoregistrazioni.

Sono state prodotte nuove videoregistrazioni che documentano: la realizzazione di una scenografia; la realizzazione di un costume; i copioni del repertorio storico e la drammaturgia; l’analisi e la catalogazione di marionette e costumi; l’analisi del materiale scenografico; la lettura e la registrazione delle commedie del repertorio storico da parte di Eugenio Monti Colla; il Teatro Gerolamo e la Carlo Colla e Figli dal 1945 al 1980 – ricordi di Eugenio Monti Colla; le marionette del repertorio storico.

Come si evince dall’elenco sono state prese in considerazione tutte le tipologie che contribuiscono a formare la tradizione immateriale cha da oltre due secoli è alla base degli spettacoli di marionette. Tutto ciò sia dal punto di vista della tradizione artigianale, che ancora viene mantenuta viva nei laboratori della Grupporiani, sia per quanto riguarda la parte drammaturgica. Di particolare interesse anche i racconti di Eugenio Monti Colla (ormai ultimo testimone dell’attività della Compagnia al Teatro Gerolamo e depositario di una cultura e di una tradizione pluricentenaria non scritta, ma riportata oralmente dalle vecchie generazioni) sulla vita quotidiana di una Compagnia che ha segnato la storia del teatro milanese.